Il Corriere di Trieste

1908-1918: i soldati della Bosnia ed Erzegovina a Trieste e sul fronte meridionale in una selezione di foto

A cura di Alessandro Mlach

Nel 1903 l’Austria Ungheria costituì quattro Reggimenti di fanteria della Bosnia Erzegovina formati da soldati di religione islamica (prevalente), ebraica, cattolica e serbo-ortodossa. Dal 1908 tre battaglioni del 4° reggimento, di Mostar, furono in servizio di guarnigione a Trieste con il celebre 97° Reggimento triestino.

Erano acquartierati assieme nella Caserma Grande, presso la quale venne anche costruita una moschea per gli islamici, mentre i bosniaco-erzegovesi ebrei e cristiani frequentavano le sinagoghe e le chiese della città.

Durante la prima guerra mondiale i soldati della Bosnia-Erzegovina combatterono con valore, tenacia e sacrifici straordinari per la difesa di Trieste e di tutto il fronte meridionale, dal Timavo sino alle Alpi ed al Piave.

Sono stati ricordati a Trieste con una mostra fotografica organizzata dal Movimento Civiltà Mitteleuropea presso Trieste Libera dall’8 al 12 novembre 2018.

La mostra ha voluto rinnovare la memoria della loro presenza a difesa di Trieste sia in pace che in guerra, e della preziosa tradizione storica di pluralismo religioso e culturale che accomuna Trieste e la Bosnia Erzegovina.

Le fotografie scelte per la mostra non hanno illustrato perciò gli eventi militari, ma la dimensione umana e spirituale di quei nostri soldati. Ve ne proponiamo una scelta di 26 immagini significative:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Shares