Il Corriere di Trieste

MOSTRA FOTOGRAFICA. 1914-18: idrovolanti e piloti della difesa aerea di Trieste e del Litorale

MOSTRA FOTOGRAFICA. 1914-18: idrovolanti e piloti della difesa aerea di Trieste e del Litorale

Il Lohner L16 pilotato da G. De Banfield

Il Lohner L16 pilotato da G. De Banfield.

Agli albori dell’aviazione, lo sviluppo di idrovolanti era iniziato nel 1912 in Francia, dove i costruttori Donnet-Lévêque organizzarono anche corsi di addestramento cui accorsero piloti da tutta Europa.

Tra di essi, giunsero da Trieste anche Gottfried von Banfield e Gustav Klasing, futuri assi dell’I. e. R. aviazione della Marina da guerra austro-ungarica, che organizzò basi di idrovolanti lungo tutta la costa adriatica da Trieste a Parenzo, da Pola a Cattaro.

Durante la prima guerra mondiale furono i piloti di quegli idrovolanti a difendere Trieste e gli altri porti e città dell’Adriatico orientale dalle incursioni e dai bombardamenti degli aerei italiani e francesi, impegnandosi con successo in epici duelli aerei e missioni di straordinario coraggio anche sul suolo avversario.

Ne rinnova ora la memoria a Trieste una mostra fotografica a cura di Alessandro Mlach che il Movimento Civiltà Mitteleuropea organizza dal 9 al 15 novembre nella sala del Circolo di Trieste Libera al primo piano del prestigioso palazzo di Max Fabiani in piazza della Borsa 7.

La mostra fotografica sarà inaugurata il 9 novembre alle 16, e rimarrà aperta ad ingresso libero sino al 15 novembre, nei seguenti orari: 

mercoledì: inaugurazione alle ore 16 – 18.30;

giovedì: 10 – 12;

venerdì: 10 – 12;

sabato: 10 – 12;

domenica: 10 – 12;

lunedì: 10 –12;

martedì: 10 –12;

La mostra può essere visitata anche nel pomeriggio, dalle 16 alle 18 contattando la segreteria del Movimento Trieste Libera al numero fisso 040/2470772 al cellulare e Whatsapp 333/3337776 oppure all’email segreteria.triestelibera@gmail.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.