Il Corriere di Trieste

1908-1918: i soldati della Bosnia ed Erzegovina a Trieste e sul fronte meridionale in una selezione di foto

A cura di Alessandro Mlach

Nel 1903 l’Austria Ungheria costituì quattro Reggimenti di fanteria della Bosnia Erzegovina formati da soldati di religione islamica (prevalente), ebraica, cattolica e serbo-ortodossa. Dal 1908 tre battaglioni del 4° reggimento, di Mostar, furono in servizio di guarnigione a Trieste con il celebre 97° Reggimento triestino.

Erano acquartierati assieme nella Caserma Grande, presso la quale venne anche costruita una moschea per gli islamici, mentre i bosniaco-erzegovesi ebrei e cristiani frequentavano le sinagoghe e le chiese della città.

Durante la prima guerra mondiale i soldati della Bosnia-Erzegovina combatterono con valore, tenacia e sacrifici straordinari per la difesa di Trieste e di tutto il fronte meridionale, dal Timavo sino alle Alpi ed al Piave.

Sono stati ricordati a Trieste con una mostra fotografica organizzata dal Movimento Civiltà Mitteleuropea presso Trieste Libera dall’8 al 12 novembre 2018.

La mostra ha voluto rinnovare la memoria della loro presenza a difesa di Trieste sia in pace che in guerra, e della preziosa tradizione storica di pluralismo religioso e culturale che accomuna Trieste e la Bosnia Erzegovina.

Le fotografie scelte per la mostra non hanno illustrato perciò gli eventi militari, ma la dimensione umana e spirituale di quei nostri soldati. Ve ne proponiamo una scelta di 26 immagini significative:

Trieste: la Caserma Grande.

Trieste: la Caserma Grande.

Trieste, 14 giugno 1914: la processione del Corpus Domini scortata dal 2° reggimento di fanteria bosniaco.

Trieste, 14 giugno 1914: la processione del Corpus Domini scortata dal 2° reggimento di fanteria bosniaco.

Trieste: la Moschea militare.

Trieste: la Moschea militare.

Imam Hafiz Ibrahim Effendi Jahić del 3° Reggimento Fanteria.

Imam Hafiz Ibrahim Effendi Jahić del 3° Reggimento Fanteria.

Imam Hafiz Ibrahim Effendi Jahić del 3° Reggimento Fanteria.

Imam Hafiz Ibrahim Effendi Jahić del 3° Reggimento Fanteria.

Il fronte dell'Isonzo (1914).

Il fronte dell’Isonzo (1914).

Trincea bosniaca sul fronte Italiano

Il tenente della riserva Mihovil Vujičić ed il tenente Zdenek Kolársky, Siefsattel ottobre 1916

Il tenente della riserva Mihovil Vujičić, agosto 1916

Soldati bosniaci di fede ebraica nel 1917

Soldati bosniaci di fede islamica in preghiera sul Carso

Ritratto in studio

Relax e gioco delle carte

Preghiera di soldati bosniaci di fede islamica

Il sacerdote cattolico Kramar del 1° Reggimento fanteria

Elez Dervišević, 14 anni, il più giovane fante bosniaco

Momento di riposo nelle retrovie

Personale medico, al centro l’Imam Hilmi Hussein Durics

Pope serbo ortodosso fra ufficiali.

Il capitano Hermann Rilke con i suoi uomini in trincea

Ufficiali convalescenti.

Ufficiali convalescenti.

Carlo I d’Austria con i fanti bosniaci del 2° reggimento sul fronte italiano

Il capitano Hermann Rilke alla testa di ponte di Santa Lucia – Tolmino

Bosniaco che suona il saz

Bosniaci che ballano il kolo sul fronte italiano

Bivacco prima del combattimento

Un pensiero su “1908-1918: i soldati della Bosnia ed Erzegovina a Trieste e sul fronte meridionale in una selezione di foto

  1. Pingback: TIMAVO 27 MAGGIO 1917: LA FALLIMENTARE IMPRESA DEL MAGGIORE RANDACCIO E LA FALSA EOPEA DI GABRIELE D’ANNUNZIO – Movimento Trieste Libera

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.